Vai direttamente ai contenuti

Home > Perdita di possesso

Perdita di possesso


Nel caso in cui si verifichi un evento a seguito del quale il proprietario di un autoveicolo o di un motoveicolo, ne perda temporaneamente o definitivamente la disponibilità, essendo i predetti beni di tipo mobile registrati quindi assoggettati a vincoli-tutele giuridico/amministrative sin dal momento dell’immatricolazione (nascita), è necessario compiere alcune operazioni che "pubblicizzino" questo "triste episodio".

Vediamo quali possono essere gli eventi che determinano la perdita di possesso e quali sono le operazioni da compiere.

  • Perdita di possesso per furto
  • Perdita di possesso con dichiarazione sostitutiva
    Nel caso in cui non si abbia più la disponibilità di un veicolo, per interrompere l’obbligo del pagamente dei bolli da quel momento in poi e quindi ai soli fini tributari (come previsto dalla circolare del Ministero delle Finanze n°204/E del 09.12.94 ) è possibile effettuare l’annotazione al P.R.A della perdita di possesso mediante la presentazione di una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.
    Tale dichiarazione può essere rilasciata, sotto la propria responsabilità, mediante la compilazione di appositi modelli disponibili gratuitamente presso il P.R.A, da:
    1. intestatario;
    2. erede/i dello stesso;
    3. rappresentante legale, procuratore legale, curatore fallimentare.

    Può essere effettuata nei seguenti casi:

    A. consegna del veicolo al concessionario poi fallite od irreperibile;
    B. vendita a favore di persona della quale non si conoscono tutte le generalità;
    C. mancanza della documentazione del veicolo consegnato al demolitore per rottamazione avvenuta ante 30/06/98;
    D. per ulteriori casi particolari che potrebbero verificarsi ci si può rivolgere allo sportello del P.R.A

    Documenti da presentare al P.R.A:
    1. dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà;
    2. certificato di proprietà/foglio complementare (se in possesso), denuncia in caso contrario;
    3. modello NP-3 in distribuzione presso gli sportelli P.R.A.
     
  • Perdita di possesso con ricorso dal Giudice di Pace
    Nel caso in cui si è in possesso di una copia di un atto di vendita mai trascritto al P.R.A. si può ricorrere al Giudice di Pace. Questi, esaminata la documentazione presentatagli potrà emettere un provvedimento grazie al quale verrà effettuata l’annotazione della perdita di possesso a causa di terzi. La differenza rispetto al caso precedente (dichiarazione sostitutiva) è che questa ha effetto retroattivo con decorrenza dalla data indicata nell’atto presentato al giudice di pace.

    Documenti da presentare al P.R.A:
    1. sentenza del Giudice di Pace;
    2. modello NP-3 in distribuzione presso gli sportelli P.R.A.
     
  • Perdita di possesso per sequestro
    La perdita di possesso può avvenire anche per sequestro a seguito di un provvedimento emanato dall’Autorità Giudiziaria. In tal caso la registrazione al P.R.A dell’evento può avvenire mediante la presentazione del verbale di sequestro in originale. Oltre a questo deve essere presentato il Certificato di Proprietà o foglio complementare e si deve compilare un modello in distribuzione gratuita presso gli stessi sportelli P.R.A.

    Documenti da presentare al P.R.A:
    1. verbale di sequestro
    2. certificato di proprietà o foglio complementare
    3. modello NP-3 in distribuzione presso gli sportelli P.R.A

Registrazione della Perdita di possesso - Costi:
Tutti gli importi di seguito indicati si versano in contanti direttamente allo sportello P.R.A

  • Emolumenti P.R.A: EUR 7,44;
  • Imposta di bollo: EUR 33,00 (se si è in possesso del foglio complementare);
  • Imposta di bollo: EUR 29,24 (se si è in possesso del Certificato di Proprietà).